Pages

InfoBar: una toolbar da desktop per monitorare hardware, software e connessione ad internet



Gli utenti che amano tenere sotto costante controllo il proprio OS e, in questo caso specifico, Windows potranno trovare particolarmente utile uno strumento quale InfoBar.

Ma di che cosa si tratta? Di una pratica toolbar gratuita ed open source che, collocandosi nella parte alta del desktop, consente di monitorare in un sol colpo d’occhio le informazioni relative ad hardware, software e quelle facenti riferimento alla connessione ad internet, il tutto direttamente in tempo reale.
Dando uno sguardo all’inizio di questo post è possibile visionare uno screenshot della toolbar.
InfoBar appare altamente personalizzabile mediante un pratico pannello di controllo in modo tale da potersi adattare alle svariate esigenze della vasta utenza.
Il pannello di controllo di InfoBar risulta facilmente accessibile cliccando con il tasto destro del mouse sulla toolbar e selezionando poi l’apposita voce.
Dalla finestra visualizzata l’utente potrà quindi scegliere quali moduli attivare e quali, invece, escludere dalla toolbar.
Ciascun modulo potrà essere configurato in maniera differente dagli altri per cui, ad esempio, l’utente potrà settarne le tempistiche relative alla frequenza di aggiornamento, il modo in cui si desidera visualizzare le informazioni ad esso associate etc.
Portando poi il cursore del mouse su ciascun modulo della toolbar saranno visualizzate ulteriori informazioni.
L’aspetto di InfoBar potrà inoltre essere modificato mediante l’applicazione di apposite skins in grado di adattarsi in tutto e per tutto all’aspetto di Windows 7, di Vista, di XP o che, ancora, vanno a dissociarsi completamente dalle interfacce dei tre OS in questione.
Da notare che qualora venga eseguita un’applicazione a schermo intero InfoBar non risulterà visualizzabile.
Download | InfoBar

Singboard è un “karaoke” (basato su YouTube) per cantare col browser


SingboardSingboard è un nuovo gioco per il browser, ovvero un “karaoke” sviluppato a partire dai video musicali presenti su YouTube: basta selezionare una playlist per cominciare a cantare mentre il filmato è riprodotto sullo schermo. Non si tratta di un’idea troppo originale, tuttavia Singboard potrebbe avere più successo degli equivalenti.

L’interfaccia ricorda molto quella standard della piattaforma di Google e i controlli durante la riproduzione a schermo intero sono poco invasivi. Singboard è un prodotto tuttora in fase sperimentale: l’accesso al servizio è subordinato al ricevimento di un invito, che tutti possono richiedere lasciando il proprio indirizzo e-mail.
Il programma in sé non ha restrizioni regionali, però potrebbero essercene coi video selezionati: alcuni filmati non sono disponibili nel nostro Paese, a causa del diritto d’autore. Altre valutazioni saranno opportune all’apertura di Singboard. Gli appassionati di karaoke avranno un’opportunità in più per organizzare delle partite.

NewTab, un’alternativa per aprire i collegamenti in nuove schede di Google Chrome



Per poter aprire uno specifico collegamento in una nuova scheda in Google Chrome l’utente può cliccare su di esso con il tasto centrale del mouse o, ancora, selezionare l’apposita voce disponibile dal menu contesutale del browser.

L’esecuzione delle due sopracitate procedure risulta tutt’altro che complicata o faticosa ma, nonostante ciò, alcuni utenti, come nel caso di coloro che si ritrovano ad operare da un laptop e senza servirsi di un mouse, potrebbero trovare particoalrmente interessante l’idea di ricorrere ad un sistema alternativo come nel caso di quello offerto da NewTab.
Questa nuova estensione, infatti, una volta installata, permetterà di aprire i collegamenti d’interesse in nuove schede del browser semplicemente cliccando sull’icona che verrà visualizzata dopo aver lasciato per qualche istante il cursore del mouse su di un link, così come illustrato anche nello screenshot d’esempio collocato all’inizio di questo post.
L’icona mediante cui aprire il collegamento scelto in una nuova scheda verrà visualizzata con un leggero ritardo che, in base alle diverse esigenze di ciascun utente, potrà essere regolato agendo mediante l’apposito pannello di settaggio dell’estensione.
Sempre servendosi del pannello di controllo dell’estensione l’utente potrà apportare ulteriori modifiche relative all’utilizzo di NewTab come, ad esempio, scegliere se far galleggiare l’icona direttamente accanto al cursorse del mouse o farla apparire in linea con il link scelto, modificare l’icona utilizzata di default selezionandone una personalizzata etc.
Unitamente a tutto quanto precedentemente accennato l’utente potrà inoltre stilare una lista di siti web in cui non si desidera visualizzare l’icona di NewTab e, di conseguenza, non si è intenzionati ad utilizzare la funzionalità offerta dall’estensione.
Download | NewTab

Come creare e leggere codici QR – Migliori risorse gratis per farlo


Come creare e leggere codici QR – Migliori risorse gratis per farloI codici QR sono quei codici a barre di forma quadrata che è ormai facile trovare ovunque e tramite i quali adoperando la fotocamera di un telefono cellulare o di uno smartphone è possibile visualizzare e accedere velocemente al loro contenuto che ad esempio può essere un testo, un indirizzo internet, numero telefonico, sms, pubblicità e via dicendo.
Basti pensare che in un solo crittogramma possono essere contenuti 7.089 caratteri numerici e 4.296 alfanumerici, per maggiori informazioni a riguardo consultare la voce dedicata su Wikipedia.
Dunque con i codici QR si possono far girare svariate informazioni dentro a questi piccoli quadrati (generalmente in bianco e nero) che fra l’altro attirano l’attenzione dei curiosi fra i quali quelli provvisti di smartphone molto spesso cedono alla curiosità di sapere cosa si nasconde dietro quel codice a barre scannerizzandoli con la fotocamera.

Bisogna sapere che i codici QR sono liberi e possono essere creati gratuitamente da chiunque direttamente online e letti con i cellulari di ultima generazione tramite apposita applicazione. Andiamo dunque a vedere una raccolta di risorse gratis per creare e leggere codici QR.
Creare codici QR gratis online
1. Qurify

Qurify

Facile da usare, nell’apposito campo di inserimento si deve digitare o incollare il contenuto da far visualizzare tramite scansione del QR code (a disposizione ci sono 255 caratteri), quindi si conferma e si genera il codice QR cliccando il pulsante Qurifica. L’immagine QR ottenuta si può anche scaricare nel PC per poi condividerla online, ad esempio su Facebook.

2. Kaywa

Kaywa

Con il generatore di Kaywa è possibile creare codice QR di testo, di indirizzi internet, di numeri telefonici e SMS. In Contenuto si digita o si incolla ciò che si desidera condividere e si genera il corrispondente codice QR cliccando il pulsante Generare!.

3. Qrcode

Qrcode

Su Qrcode.com nel campo di inserimento your input si digita o si incolla ciò che si desidera condividere, in what size? si indica la dimensione del QR code desiderata e si crea il tutto cliccando il pulsante gomakemeadamnqrcodedagnabit.

4. Delivr

Delivr

Con questo servizio tramite il menu Code Type è possibile indicare specifiche tipologie di codici QR da generare, come ad esempio indirizzi web, informazioni di contatto, messaggi a numero di telefono, indirizzi email e via dicendo. E’ possibile personalizzare anche l’aspetto del codice QR e lo si crea al volo cliccando il pulsante Generate QR Code.

Applicazioni per leggere codici QR con lo smartphone
1. Scan | Download

Scan

Al momento è la migliore applicazione gratis per iPhone, iPod touch e iPad per leggere codici QR date le sue ridotte dimensioni, la semplicità d’uso e funzionalità. L’applicazione una volta avviata avrà automaticamente accesso alla fotocamera con la quale si dovrà inquadrare il codice QR in questione che sempre in modo automatico verrà decifrato e svelato da Scan. In History è inoltre possibile consultare la cronologia di tutti i codici QR scansionati.
2. Sempre per iPhone, iPod touch e iPad c’è un’altra applicazione gratuita dal nome RedLaser che allo stesso modo di Scan decifra i codici QR dopo averli inquadrati con la fotocamera del dispositivo.
3. Infine per Android ci sono svariate applicazioni gratuite per leggere i codici QR, come ad esempio: Barcode Scanner, ixMAT Barcode Scanner, Mobiletag QRCode Scanner, ScanLife Barcode Reader, ShopSavvy Barcode Scanner, GoCart e via dicendo.

Gmail diventa HTML5 e sbarca offline

Squilli di tromba e rulli di tamburi, Gmail diventa HTML5 e sbarca offline. La novità è per i soli utenti Chrome che installano l’applicazione Offline Google Mail.
Google, Evangelist delle Web App che dovrebbero supportare qualsiasi Browser, presenta Offline Google Mail, app disponibile in Chrome Web Store per utilizzare Gmail offline. La novità è importante, il tentativo di soddisfare le esigenze degli utenti che lavorano in mobilità e non dispongono sempre e ovunque della connessione Wireless ma il componente, scaricabile da Chrome Web Store, è per i soli utenti Google Chrome. Google penserà anche agli utenti Opera, Internet Explorer, Safari o Mozilla trasformando Gmail in una vera app HTML5 oppure il futuro sarà costellato di applicazioni proprietarie disponibili all’interno dei vari Store ? ….
Screenshot - Gmail HTML5 Offline - 00Gli utenti che hanno un Tablet Android noteranno diverse somiglianze tra l’app Chrome e l’app Android. Google fornisce qualche spiegazione, dice che Gmail Offline è un’applicazione basata su Gmail Web App0 per Tablet, costruita per funzionare con o senza accesso al web. Dopo aver installato l’applicazione Gmail Offline da Chrome Web Store, è possibile continuare a utilizzare Gmail quando si perde la connessione a Internet facendo clic sull’icona di Gmail Offline, visualizzabile quando viene aperta una nuova scheda.

Screenshot - Gmail HTML5 Offline - 01L’interfaccia è semplice, troviamo un pannello laterale per sfogliare l’elenco Email e un’indicazione sul numero di email che sono state scaricate offline. Esiste anche un box di ricerca e la possibilità di visualizzare i tag, email che sono state contrassegnate come importanti (Posta Prioritaria) oppure quelle che sono finite, per sbaglio, all’interno di Spam.Screenshot - Gmail HTML5 Offline - 02

Google ha promesso anche gli applicativi per utilizzare Google Calendario e Google Documenti offline ma dovremo attendere ancora una settimana e “accontentarci”, per ora, di Offline Google Mail.

Benoît de Boursette scrive:


“Stiamo spingendo i confini del browser moderni per rendere questo possibile e ci auguriamo che molti utenti trovino le funzionalità offline utili. Questo è solo l’inizio.”


Speriamo che il futuro sia interoperabilità e standard aperti che consentano anche agli utenti IE, Firefox, Safari e Opera di godere delle “stesse delizie” riservate agli utenti Chrome..

Per il download: Offline Google Mail



Accedere e usare Gmail senza connessione internet con Offline Google Mail

Offline Google Mail è un’interessante applicazione gratuita per il browser Chrome tramite la quale è possibile usare Gmail senza connessione internet.
Ovvero anche se si è offline si potrà comunque accedere al proprio account di posta elettronica di Google per leggere le email già ricevute, cancellare quelle inutili e scrivere nuove email.
Tutte le operazioni che verranno effettuate senza connessione con l’applicazione Offline Google Mail verranno poi automaticamente sincronizzate e applicate non appena sarà possibile accedere a Gmail in modalità online con la connessione internet. Vediamo come funziona.

Dopo aver installato l’applicazione su Chrome, come nell’esempio sotto in figura:

Consenti posta offline Offline Google Mail

consentire all’applicazione la posta offline selezionando l’opzione Consenti posta offline evidenziata dal riquadro fucsia; quindi confermare cliccando il pulsante Continue evidenziato in rosso.
Subito dopo verrà caricata l’interfaccia grafica di Offline Google Mail che altro non è che Gmail semplificato (esempio sotto in figura):

Offline Google Mail interfaccia grafica

facile da usare, fra l’altro è anche in italiano, e come detto in apertura dell’articolo, tramite la quale nonostante non si abbia la connessione internet, è comunque possibile leggere la posta ricevuta, scrivere nuove email, archiviare ed eliminare quelle di proprio interesse.

Download: Scarica gratis Offline Google Mail

Google Chrome compie tre anni, auguri!



E’ tempo di festeggiamenti in casa Google, dopo il successo di Andorid e l’acquisto di Motorola mobile, a festeggiare è Google Chrome, il browser internet che oggi compie tre anni. Esattamente nel 2008, il 2 settembre, fu rilasciata la prima versione del browser che ha conquistato quasi tutti i pc.

In quel lontano 2008 il browser Google Chrome non era assolutamente una minaccia per Firefox, tant’è che incurante del pericolo è rimasta lì a guardare. Alla fine dello stesso anno qualcosa è cambiato, mentre all’inizio Google raggiungeva lo scaricamento del browser di solo 1 percento, premendo sull’accelleratore e introducendo nuove funzione il software per navigare in internet di Google ha avuto un grandissimo successo.
Chrome ha superato perfino Internet Explorer, allora dominatore del mercato, ora solamente al terzo posto dopo Google e Firefox.
La chiave del successo di questo browser, attualmente tra i più usati, è la possibilità concessa all’utente di caricare più velocemente i siti , superando in velocità anche Mozilla. Un’altra ‘pillola’ per il successo è stata l’omnibar, una barra degli indirizzi capace di dare all’utente anche di ricercare su Google un risultato.
Una volta provato Google Chrome non lo si lascia più, sembra la pubblicità di un noto detersivo… ma è la pura verita.
Durante questi tre anni il browser di Google ha raggiunto il successo, piazzandosi sul podio dei software per il web più utilizzati e scaricati. Velocità, sicurezza e praticità , questo è il motto di Google Chrome.
Voi ancora non avete provato il browser? inserite in Google la parola di ricerca ‘Google Chrome’ e scaricatelo subito, è gratis!

Gmail, Google Calendar e Google Docs offline grazie a delle estensioni ufficiali per Chrome


Dopo la soppressione di Google Gears, Google torna finalmente ad offrire la possibilità a tutti i suoi utenti di usare Gmail, Google Calendar e Google Docs offline. Lo fa tramite delle estensioni per Chrome (anzi, applicazioni, per essere precisi) che possono essere installate gratuitamente nel browser del colosso di Mountain View e richiamate in qualsiasi momento tramite la sua start page.
Di seguito, trovate tutti i (semplicissimi) passaggi necessari ad installare e abilitare la visualizzazione di Gmail Offline, Google Calendar Offline e Google Docs Offline in Chrome usando questi nuovi add-on ufficiali. Attenzione, però, perché l’add-on per Gmail funziona come un’applicazione esterna e viene installata su tutti i PC sincronizzati con il browser.

Gmail Offline

  • Collegarsi con Chrome a questa pagina del Chrome Web Store;

  • Cliccare prima sul pulsante Add to Chrome e poi su Installa per installare l’estensione nel browser;

  • Avviare Offline Google Mail tramite il suo collegamento presente nella pagina di inizio di Chrome;

  • Mettere la spunta su Consenti posta offline e cliccare sul pulsante Continua per iniziare ad usare Gmail offline (con interfaccia in stile iPad).

Google Calendar Offline

  • Collegarsi con Chrome a questa pagina del Chrome Web Store;

  • Cliccare prima sul pulsante Add to Chrome e poi su Installa per installare l’estensione nel browser;

  • Avviare Google Calendar tramite il suo collegamento presente nella pagina di inizio di Chrome;

  • Cliccare sull’icona dell’ingranaggio in alto a destra e selezionare la voce Offline dal menu a discesa (l’opzione non sembra essere disponibile per tutti gli account).

  • La versione offline di Google Calendar permette solo di visualizzare eventi ed RSVP agli inviti.

Google Docs Offline

  • Collegarsi con Chrome a questa pagina del Chrome Web Store;

  • Cliccare prima sul pulsante Add to Chrome e poi su Installa per installare l’estensione nel browser;

  • Avviare Google Docs tramite il suo collegamento presente nella pagina di inizio di Chrome;

  • Cliccare sull’icona dell’ingranaggio in alto a destra e selezionare la voce Offline dal menu a discesa (l’opzione non sembra essere disponibile per tutti gli account).

  • La versione offline di Google Docs permette solo di visualizzare i documenti, non di scriverli.
[Via | Lifehacker | Gmail Blog]