Pages

Servizi Cloud per iPad: quel è il migliore?

Dropbox, SkyDrive, iCloud e il futuro Google Drive. I servizi per lo storage online di dati e documenti sono davvero tanti e tutti interessanti. Chi vincerà la sfida?





In linea di massima possiamo subito dire che DropBox è sicuramente il servizio più utilizzato e famoso tra i quattro, SkyDrive soltanto recentemente sta prendendo davvero piede mentre iCloud è limitato ai soli utenti Apple ma ha dalla sua in imbattibile servizio di backup e di gestione su più dispositivi dei vari dati memorizzati. E presto potremo provare anche Google Drive. Insomma, la sfida è aperta!

Dropbox



Dropbox è nota per la sua facilità d’uso e per le sue funzionalità. Offre 2GB di spazio gratuito per l’archiviazione dei file e funziona su tutte le principali piattaforme, sia desktop che mobile: Windows, OS X, Linux, iOS, Android e BlackBerry. Ottime sono le funzionalità di recupero di un file su qualsiasi dispositivo connesso in rete, ma anche quelle relative alle modifiche di un documento che vengono simultaneamente salvate sui vari apparecchi.

Le aziende possono poi utilizzare Dropbox Teams, utile per la condivisione business dei documenti, che offre 1.000GB o più di memoria pagando un tot al mese.

SkyDrive



SkyDrive sta prendendo piede soltanto nelle ultime settimane (solo da ieri, ad esempio, è disponibile il client per Mac) e rispetto a BropBox offre molto più spazio gratuito: siamo, infatti, a 7GB (25GB per gli utenti di vecchia data). Il servizio può essere utilizzato su Windows, OS X, iOS e Windows Phone, e consente di visualizzare e copiare tutti i documenti presenti sul vostro PC da qualsiasi parte del mondo dove sia disponibile una connessione internet.

Se, però, avete bisogno di più spazio di archiviazione rispetto ai 7GB offerti gratuitamente, i prezzi sono più convenienti di DropBox. Ad esempio, per 100GB di storage Microsoft chiede 50$ l’anno, mentre DropBox richiede 199$.

iCloud



Di iCloud ne abbiamo ampiamente parlato in questo articolo. Basti ricordare che il servizio è perfetto per chi è utente Apple e possiede almeno due dispositivi dell’azienda di Cupertino. Il servizio consente di eseguire un backup online dei dispositivi iOS, di avere su tutti i dispositivi le foto scattate indifferentemente da iPhone e iPad, di avere la sincronizzazione automatica, sempre su tutti i dispositivi, di documenti, file, calendario, contatti e tanto altro, musica compresa (solo negli USA per il momento). Il servizio offre 5GB di spazio libero gratuito, con la possibilità di portarlo fino a 55GB pagando 100$ l’anno. Fortunatamente molti file che inseriamo in iCloud, come ad esempio le foto, non vengono conteggiati nell’occupazione dello spazio disponibile. iCloud offre anche un indirizzo email del tipo “@me.com” e la funzione Trova il mio iPhone per recuperare dispositivi persi o rubati. Diciamo che iCloud è assolutamente da utilizzare se siete utenti Apple, e magari da affiancare ad uno dei servizi di cui abbiamo già parlato prima, dato che su App Store esistono sia le app per Dropbox che per SkyDrive.

Google Drive



Questo servizio non è stato ancora ufficialmente lanciato, ma le cose potrebbero cambiare già nei prossimi giorni. Stando alle ultime informazioni, Google Drive dovrebbe offrire 5GB di spazio libero e dovrebbe integrasi perfettamente nell’ecosistema dei servizi Google. Drive sarà quindi ideale per gli utenti Android, che avranno servizi simili ad iCloud per iPhone, come la sincronizzazione e il backup online.

Conclusioni

Alla fine, quindi, quale servizio bisogna scegliere? SkyDrive di Microsoft è quello più promettente e impressionante, con un prezzo difficile da battere e una serie di funzionalità che superano anche quelle di DropBox. Manca, però, un client Android e un client per BlackBerry. Gli utenti Apple possono benissimo optare per SkyDrive, a meno che non posseggano uno smartphone con sistema operativo Google o RIM, da affiancare logicamente ad iCloud, servizio irrinunciabile per chi possiede iPhone, iPad o Mac.

Insomma, tra i quattro, in attesa comunque di provare Google Drive, il servizio cloud di Microsoft è quello che risulta essere più completo e migliore.

[via]

Nessun commento:

Posta un commento